Mani nella Terra: Autovalutazione del Suolo

Al Festival del Letame 2019 si è svolto il Seminario "Mani nella Terra"  

 Abbiamo partecipato con curiosità all’attività di conoscenza e valutazione del suolo, guidati dal Prof. Giuseppe Celano dell’Università di Salerno (Agraria – Unisa) e da Maurizio Agostino di Rete Humus, ed abbiamo scoperto un universo, che dobbiamo mantenere vivo e vitale. Questo significa, a partire dalla sua composizione, eseguire quelle pratiche naturali (es. la rotazione delle colture, il sovescio, la concimazione con buon letame, ecc.) che lo mantengono vivo come sostanza organica e gli danno una buona struttura. Con un terreno così trattato (e non con la pura chimica di sintesi) le rese agricole aumentano ed il suolo non si impoverisce.  

Foto di Laura Binotto

Contenuti Facebook:

Il nostro territorio

Il Castello di Pompeano si erge su un sasso di colore verde scuro, tanto da sembrare quasi nero (ferro e magnesio), è una serpentina di origine vulcanica sottomarina (ofiolite) ed è attraversata al suo interno da una fenditura o faglia che ha dato origine ad una grotta della lunghezza di circa trenta metri. Per saperne di più: https://bit.ly/2PlY5sg

Comunità del Letame